Italiano

SEPARAZIONI E DIVORZI DINNANZI ALL’UFFICIALE DI STATO CIVILE

SEPARAZIONI E DIVORZI DINNANZI ALL’UFFICIALE DI STATO CIVILE

 

L’art. 12 del Decreto legge 12 settembre 2014, n. 132, convertito in Legge 10 novembre 2014, n. 162, prevede, a decorrere dall’11/12/2014, la possibilità per i coniugi di comparire direttamente dinnanzi all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune per concludere un accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio. L’assistenza di un avvocato è facoltativa. Al fine di promuovere una maggiore riflessione sulle decisioni in questione, è stato previsto un doppio passaggio dinnanzi all’Ufficiale di Stato Civile a distanza di non meno di 30 giorni.

 

REQUISITI

 

I coniugi possono concludere l’accordo davanti all’Ufficiale di Stato Civile solo in assenza di figli minori o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti, figli anche di una sola delle due parti, e a condizione che l’accordo non contenga patti di trasferimento patrimoniale.

Va pertanto esclusa la competenza dell’Ufficiale di Stato Civile quando i coniugi devono regolamentare l’uso della casa coniugale l’assegno di mantenimento o qualunque altra utilità economica.

La richiesta può essere presentata o nel Comune di residenza di uno dei due coniugi o nel Comune in cui è stato iscritto o trascritto l’atto di matrimonio.

 

MODALITÀ DI RICHIESTA

 

I coniugi che intendono procedere alla separazione personale consensuale, allo scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio e modifica delle condizioni di separazione o divorzio, dinnanzi all’Ufficiale di Stato Civile devono presentarsi, previo appuntamento muniti dei seguenti documenti:

-          Proprio documento di identità in corso di validità;

-          Moduli compilati contenenti le dichiarazioni che essi intendono separarsi oppure far cessare gli effetti civili del matrimonio oppure ottenere lo scioglimento.

 

I moduli saranno consegnati al momento dell’appuntamento presso l’Ufficio Anagrafe (sede municipale di Teor), Via Roma 18, 33061 Rivignano Teor, tel. 0432.776480 (int. 1).

 

Competente a ricevere l’accordo è il Comune di:

-Iscrizione dell’atto di matrimonio (e cioè il Comune dove è stato celebrato il matrimonio)

-Trascrizione dell’atto di matrimonio celebrato con rito concordatario/religioso o celebrato all’estero

-Residenza di uno dei coniugi.

 

ITER DELLA PROCEDURA

 

 

L’Ufficiale di Stato Civile, ricevute le dichiarazioni dei due coniugi, li invia a comparire di fronte a sé, NON PRIMA DI 30 GIORNI dalla data di ricezione della documentazione, per la cosiddetta conferma dell’accordo.

All’atto della conclusione dell’accordo dovrà essere corrisposto il diritto fisso pari a € 16,00.

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

 

 

Legge 1 dicembre 1970, n. 898 “Disciplina dei casi di scioglimento del matrimonio” (G.U. n. 306 del 3/12/1970)

Decreto Legge n. 132/2014 convertito con legge 10 novembre 2014, n. 162 Recenti misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo civile (G.U. n. 261 del 10/11/2014 – Supp. Ordinario n. 84)

 

 

MODULISTICA